Etichettato: mare

Giorno 11: Turchese

wpid-wp-1441118872623.jpeg

Seduta sulla spiaggia, un incanto di mare turchese di fronte e una barca a vela a tagliare l’orizzonte. Mi chiedo quante ore potrei stare a guardare tutto questo. Non lo so, non lo so veramente, potrei perdere la cognizione del tempo. Guardo la riva, ripenso al colore acquamarina, e solo ora mi sembra di vederlo per la prima volta. Capisco profondamente, forse solo adesso, perchè il blu, nella cromoterapia, è associato alla calma e alla serenità. La tranquillità diffusa da quest’involucro azzurro in cui mi sento immersa è terapeutica. Sembra di essere in acqua ancor prima di entrarci. Tutto questo perdersi mi piace. Io, che poi non amo così tanto il mare che mi spaventa, ne sono invece irresistibilmente attratta e mi piacerebbe ‘saper nuotare come nuotano i delfini’, come cantava Bowie, ‘e rubare un po’ di tempo’ almeno ‘per un solo giorno’. Inizio a pensare che le stagioni abbiano un senso e vadano vissute nei loro luoghi, assecondandone i tempi. Anche i pensieri qui si dissolvono per lasciare spazio alla possibilità di accogliere tutto questo infinito.

RN

Giorno 8: Le onde

wpid-wp-1441012935119.jpegGiorno di vento e di mare.
Me ne sono stata seduta a guardare windsurf sfrecciare, aquiloni disegnare ghirigori nell’aria, kitesurf scavalcare le onde, la risacca del mare, le spuma dell’acqua a riva, le persone giocarci sopra, tuffandosi, ridendo, aspettando di nuovo altre ondate.
Sono stata a sentire il suo scrosciare impetuoso, i granelli duri di sabbia picchiettarmi la pelle.
Odio il vento che non mi fa stare in acqua come vorrei, ma quando lo ascolto e non oppongo resistenze, guardandolo per quello che è, apprezzo il suo fascino. Solo nel tardo pomeriggio si è calmato.
Giorno di tramonti sul mare, ne ho visto uno dalla spiaggia, l’effetto si è moltiplicato nel mio cuore.
L’ora del tramonto mi fa sospirare, accarezza tutta la mia malinconia, a quell’ora la gente inizia ad andare via e finalmente si può davvero ascoltare il rumore delle onde come fosse una nenia tranquillizzante.
Ho chiuso gli occhi per un po’.

RN